Customer Story

Focus su Deutsche Post DHL e Alstom: carriere incentrate sulle competenze con l'intelligenza artificiale

In passato, lo sviluppo delle competenze passava attraverso lezioni frontali caratterizzate da contenuti ampi e generalizzati che potessero attirare settori diversi. Oggi questo approccio basato su un'unica formazione non funziona più: upskilling e reskilling devono essere più rapidi e devono avvenire nel momento e nel contesto giusti. Inoltre, le competenze ottenute devono essere applicabili ai nostri ruoli odierni e a quelli che ricopriremo nel futuro prossimo.

Sia Alstom, leader francese con sedi in tutto il mondo nel settore della mobilità, che il gigante della logistica Deutsche Post DHL (DPDHL) hanno sfruttato l'intelligenza artificiale (IA) per preparare il personale al futuro. Al momento si stanno concentrando sul colmare le lacune di competenze della forza lavoro con l'obiettivo di spronare i dipendenti a riqualificarsi e a prendere le redini della propria carriera.

Quali sono le sfide e perché puntare sull'IA per aiutare i team HR a superarle?

Sia per DPDHL che per Alstom, la sfida principale è duplice:

  • Cercare di gestire manualmente un marketplace interno richiede troppo tempo ed è difficile da adattare alla crescita aziendale. Inserire una vasta mole di dati manualmente significava che quelle informazioni sarebbero presto state obsolete.
  • La distribuzione della forza lavoro delle due aziende rende la formazione tradizionale troppo complessa. Cercare di entrare in contatto e di offrire occasioni di apprendimento a così tanti dipendenti con ruoli distinti e situati in paesi diversi era pressoché impossibile.

Grazie alla piattaforma per talenti basata sull'intelligenza artificiale di Cornerstone, queste aziende riescono a razionalizzare le informazioni relative al personale e alle competenze rendendole più tangibili e fruibili. Attraverso la piattaforma, le due imprese hanno creato un marketplace interno in cui i dipendenti possono creare profili che mettano in risalto le abilità e le competenze in loro possesso e quelle che vorrebbero acquisire.

Grazie ai dati inseriti sulla piattaforma, entrambe le organizzazioni sono state in grado di fornire piani di formazione personalizzati, preparare programmi di sviluppo, offrire visibilità e un percorso professionale con opportunità di mobilità all'interno delle due aziende. I profili dei dipendenti consentiranno anche ai due team HR di individuare facilmente le lacune di competenze della forza lavoro e di trovare il personale adeguato da formare per colmarle.

"Una delle sfide più importanti che abbiamo affrontato è stato capire come introdurre un'ontologia delle competenze", ha affermato Meredith Wellard, vicepresidente, Apprendimento di gruppo, Talenti e Piattaforme di Deutsche Poste DHL. "Penso che in questo caso gli strumenti basati sull'intelligenza artificiale abbiano rivoluzionato il nostro mondo consentendoci, con un clic, di individuare la prossima opportunità di carriera per un operatore airside o un supervisore di magazzino, oltre alle competenze in loro possesso che potrebbero essere trasferite ad altri ambiti dell'azienda."

Quali sono i vantaggi per i dipendenti di una piattaforma per talenti basata sull'intelligenza artificiale?

Utilizzare una piattaforma basata sull'IA consente ai dipendenti di creare profili che evidenziano chiaramente i loro punti di forza e le aree potenziali di sviluppo. Il personale può anche visualizzare le opportunità professionali presenti all'interno dell'azienda, con un quadro preciso delle competenze necessarie per un salto di carriera e delle opzioni di sviluppo e formazione di cui possono usufruire per acquisire e affinare tali competenze. Mobilità dei talenti e opportunità di crescita visibili promuovono la motivazione e il coinvolgimento dei dipendenti che sono in grado di autovalutarsi rispetto alle varie posizioni disponibili e di creare un piano di crescita professionale personalizzato.

I profili dei dipendenti eliminano anche pregiudizi preliminari dai processi di assunzione e promozione, dato che consentono di vedere i dipendenti in base alle loro competenze piuttosto che alla luce di informazioni demografiche.

Qual è stata la reazione dei dipendenti all'introduzione della piattaforma per talenti basata sull'intelligenza artificiale?

All'inizio i dipendenti di Alstom si sono mostrati cauti con l'IA. Non avevano familiarità con la nozione di "intelligenza artificiale", che incuteva peraltro un certo timore. Per superare questa diffidenza iniziale, il team HR ha realizzato una proof of concept per mostrare al personale che l'IA non è il "gigante tecnologico mostruoso" dei film di Hollywood, ma un'opportunità per aiutarli nel loro percorso di sviluppo. I dipendenti sono stati inoltre lasciati liberi di inserire o meno i propri dati.

I dipendenti di DPDHL erano entusiasti all'idea che le loro competenze sarebbero state maggiormente visibili all'interno dell'azienda. Inoltre, si sono sentiti più valorizzati poiché, grazie a una personalizzazione migliorata dal machine learning, i percorsi di sviluppo e professionali suggeriti rispondevano alle loro esigenze e ai loro interessi personali.

Qual è il fine ultimo di Alstom e DPDHL?

Il team HR di Alstom crede che le competenze debbano essere il fulcro del percorso che va dall'assunzione al pensionamento per mostrare ai dipendenti che non è più necessario spostarsi da un'azienda all'altra per raggiungere i propri obiettivi di sviluppo personale e crescita professionale. Grazie alla potenza dell'IA, Alstom può invece agevolare la crescita e lo sviluppo dei singoli all'interno dell'azienda.

"Attraverso l'utilizzo dell'IA e della gestione delle competenze, uno dei nostri obiettivi principali è fornire ai dipendenti un mercato trasparente che offra loro un livello adeguato di informazioni e gli strumenti necessari affinché si preparino per le loro aspirazioni professionali a lungo termine", afferma Julia Maria Carvalho, HRIS Project Manager HR di Alstom. "L'IA ci aiuta a prepararci per le sfide future razionalizzando le informazioni, i dati e le analisi relativi alle risorse umane per far sì che il tutto sia tangibile e accessibile ai lavoratori indipendentemente da dove si trovano."

DPDHL spera che, grazie alle opportunità offerte dall'IA, i dipendenti vogliano restare nell'azienda per tutta la durata della loro carriera vedendo che il mercato interno è più forte di quello esterno. L'azienda non vede l'ora di rafforzare il processo di recruiting grazie ad assunzioni mirate e basate sulle competenze attraverso la piattaforma potenziata dall'IA, in cui le competenze sono la nuova valuta e i dati sono il costo di ammissione.

Scopri di più sullo sviluppo delle competenze basato sull'intelligenza artificiale al LearnTech 2022, che si terrà il 4 –5 maggio a Londra. Registrati alla conferenza per ascoltare Meredith Wellard e altri parlare del perché una chiara comprensione delle competenze può aiutare le organizzazioni a definire meglio ciò di cui hanno bisogno per avere successo, come i dipendenti possono scoprire e gestire meglio le proprie competenze e quali aspetti possono sviluppare per raggiungere gli obiettivi aziendali, professionali e personali.

Prenota il pass per la conferenza qui. Il team di Cornerstone ti aspetta anche per approfondire i tuoi bisogni specifici in termini di gestione delle competenze nel padiglione N1-N7, stand G10. Ci vediamo al LearnTech 2022!

Schedule a personalized 1:1

Talk to a Cornerstone expert about how we can help with your organization’s unique people management needs.

© Cornerstone 2022
Legal